Si viaggia alla ricerca dell’io più profondo - quaz-art portale d'arte avanguardia - himitsuhana surrealismo ispirazione surrealismo fotogra

L'Essenza del Me

in un'opera di Chiara Fersini alias Himitsuhana

Ancora una volta siamo in viaggio con Himitsuhana, un viaggio capace di guardare al passato attraverso l’unione del cielo e della terra rappresentati in uno dei suoi ultimi lavori con efficacia in modo simbolico e immaginifico; si viaggia alla ricerca dell’io più profondo.

 

I pianeti del nostro sistema solare diventano meri segni astrologici. Vuoti, immobili quasi fermati all’improvviso da un’energia capace di dominare gli elementi: i pianeti sono assoggettati alla figura centrale che domina il campo visivo. La loro grandiosità ormai non conta più nulla ed addomesticati dalla bellezza di una divinità ancestrale aspettano di conoscere il loro destino.

 

Dall’universo infinito scendono giù dei drappi che riecheggiano al caos primordiale. I drappi sono la terra, ma allo stesso tempo l’acqua e il fuoco. Si fondono insieme questi tre elementi per dare forma e vita a Himitsuhana o piuttosto ad Inanna, a Venere o ancora alla dea madre.

 

La figura centrale squarcia il campo fotografico con il rosa abbacinante della lunga chioma della dea. Il contrasto dei colori è così forte da suscitare un tumulto emotivo in chi osserva l’opera. La figura inginocchiata, plastica ha i palmi delle mani rivolti verso l’osservatore.

Un gesto simbolico antichissimo che trova nella figura della dea Sumera Inanna il primo confronto iconografico.

 

Questo è un gesto intriso di significati, la figura vuole mostrarci qualcosa, vuole dirci qualcosa di lei ma non tutto. Possiamo vedere i segni dipinti sulle mani ma non possiamo sapere cosa realmente si cela dietro di essi. Subito ci si accorge di come Himitsuhana cerchi di carpire il proprio (me) ovvero l’essenza divina di ogni fenomeno, proprio come fece l’antica dea Sumera Inanna.

 

Nell’antica divinità mesopotamica sono anche riconosciuti altri simboli quali il pianeta Venere, la stella del mattino e della sera. Dea dell’amore e della fecondità. Il legame ideale tra Inanna ed Himitsuhana ora si estende a Venere. La divinità greca nasce dalla spuma del mare, Himitsuhana dalla fusione degli elementi. Venere come Inanna sono anche le divinità della fecondità e richiamano entrambe un culto ancora più antico ed ancestrale ovvero quello della dea madre, ed è a questo culto che si rifà inconsciamente Himitsuhana. Il culto della dea madre è il culto non solo della fecondità ma anche degli elementi primordiali acqua, terra, fuoco e aria.

 

Questi sono gli elementi che ci aiutano ad esplorare il cosmo, ma non il cosmo astratto ed infinito dello spazio bensì un cosmo molto più intimo, quello più profondo che si rifà al proprio io alla propria anima. Si passa quindi da una dimensione cosmica, dei pianeti e dello spazio, ad una dimensione più intima attraverso quei cordoni ombelicali che invadono il campo visivo formando un tutt’uno tra l'artista e lo spazio. La protagonista nasce dall’astratto concetto del cosmo e quasi fosse una rivelazione ci mostra chi presume di essere. Un salto nel passato, un viaggio tra le stelle del firmamento, una fotografia della propria anima.

 

Ci dice molto di se questa piccola e fragile artista, ma proprio come lo spazio infinito o come l’essenza del proprio (me) Lei rimane assolutamente sconosciuta ed ignota, celata agli occhi del mondo e forse per questo così affascinante.

 

28/07/2011

Alessandro De Marco

Artisti in Evidenza

Iscrivendoti alla nostra newsletter tutte le novità ti verranno notificate via e-mail

+ Servizio di Newsletter

Iscrizione Cancellazione

ULTIME IMMAGINI CARICATE

strumenti digitali foto-illustrativi matte-painting e computer grafica fotografia sperimentale, surrealismo in arte digitale fotografia digitale tecniche disegno raster + vettoriale intrattenimento tecniche disegno raster e vettoriale arte surrealismo ispirazione surrealismo fotografico cg - fotoritocco e fotomanipolazione pittura surrealista, surralismo in arte, mostre sperimentazioni fotografiche arte digitale italiana fonti di ispirazione artisti moderni italiani surrealismo digitale contattaci

L'Avanguardia Futurismo Surrealismo Arte Digitale Pittura Digitale Matte-painting Arte Generativa Cos'è l'arte digitale?

Il browser da te utilizzato non rispetta gli standard di sicurezza necessari per navigare questo sito. Per la nostra (e la tua) incolumità ti consigliamo di navigare utilizzando un browser più recente:

 

» Scarica l'ultima versione di Google Chrome

» Scarica l'ultima versione di Firefox

Per motivi di sicurezza non è possibile navigare questo sito senza l'ausilio di Javascript; che tu stia utilizzando un dispositivo di tipo mobile o desktop ti consigliamo di spuntare la voce relativa dalle impostazioni di navigazione.