I colori brillanti del Loverismo e le battute di Noccioline da Marte, non sono che specchi stranianti di quella follia che il Sistema ci imp

Noccioline da Marte

Torno da Milano, da un soggiorno alquanto deludente. L’unica cosa degna di nota era stata la visita alla bella mostra  "Loverismo - make love in Milan” che aveva portato a una discussione molto animata sul perché all’ombra della Madonnina c’è il deserto culturale, mentre a Roma continuano a nascere le avanguardie. Discussione che, donne e buon vino permettendo, prima o poi riuscirò a raccontare.

 

Nello scompartimento  del Freccia Rossa vi  sono solo manager ossessionati dal lavoro, chini a riempire fogli xls sul portatili, un paio di politicastri che tentano di darsi un tono e una tardona che alternativamente telefona al marito e all’amante.
Uno squillo. Guardo il display. E’ Alessio Brugnoli. Che vuole? Parla del più e del meno poi, come suo solito, alla fine lancia la bomba.
“Ho pubblicato una novella per Mela Avvelenata. Perché non te la leggi e ci scrivi due righe?”
“Quanto è lunga?”
“Tanto da farti compagnia durante il viaggio”
“Preferirei una bella donna…”
“Non si può avere tutto dalla vita…”

 

Pure lui ha ragione. Così, dopo qualche tentativo e parecchi insulti a Trenitalia, mi ritrovo Noccioline da Marte sul mio Kindle. Sono pronto alla sfida. Alessio mi ha fatto vagare per una Roma felliniana e decadente con Il Canto Oscuro, mi ha commosso con Il Regno di Dio è un bianco elefante, preso a calcioni sulle gengive con il racconto per Deinos.
Leggo la novella in una volata. Ogni riga, mi torna sempre più in mente la mostra del Loverismo. Anche se per modestia o snobismo,  non lo mai capito bene, Alessio sfugge come la peste qualsiasi definizione, vi è una perfetta convergenza e simmetria tra la sua scrittura  e le ricerche dei pittori che si riconoscono in quel movimento.
Convergenza figlia di quell’officina romana, che si realizza in luoghi come l’Hula Hoop, l’Elsa Morante e il Mangiaparole, grazie all’impegno di Togaci, Mauro Tropeano,  Pier Luigi Manieri, Sandro Battisti in cui i vari linguaggi artistici e letterari dialogano, cercando di fondersi in un’armonia più ampia.
Il punto di partenza comune è il Pop Surrealism. Alessio nel suo racconto è pop, perché la sua novella è un atto d’amore per tutto ciò, dai romanzi di fantascienza ai fumetti, che ha accompagnato la sua infanzia e adolescenza: un universo immaginifico e colorato, dove gli incubi, più che fare paura, suscitano una risata grottesca.
Surrealismo, perché le sue visioni ci costringono a interrogarci sulla vera natura del Reale che ci circonda, lasciandoci sempre con il dubbio che tutto sia il sogno di un Dio beffardo.
Ma come nell’arte loverista, la superficie brillante, raffinata e citazionista, rivela la consapevolezza della dimensione tragica dell’Uomo, in cui l’ironia è antidoto al male di vivere.
Alessio, tra battute e giochi di parole, descrive una società impazzita, in cui i rapporti umani sono svuotati, conta soltanto solo il profitto e che nasconde, dietro pacchiane cerimonie, la volgarità del Potere. Un mondo che è simile all’Italia che dobbiamo sopportare ogni giorno.
Marte è specchio del deserto emotivo che imprigiona la nostra anima. E la follia di un sistema si riflette nella solitudine del singolo, la cui unica libertà è annullarsi in un delirio paranoico.

 

I colori brillanti del Loverismo e le battute di Noccioline da Marte, non sono che specchi stranianti di quella follia che il Sistema ci impone, chiamandola buonsenso, per renderci schiavi.
Soltanto essendone consapevoli, potremmo dirci liberi

07/06/2013

William Herbeff

Artisti in Evidenza

Iscrivendoti alla nostra newsletter tutte le novità ti verranno notificate via e-mail

+ Servizio di Newsletter

Iscrizione Cancellazione

ULTIME IMMAGINI CARICATE

quaz-art il tuo spazio espositivo ideale: solo artisti italiani legare l'arte al web oggi è un operazione indispensabile surrealismo fotografico, arte moderna contemporanea artisti su quaz-art: surrealismo in arte digitale illustrazione fumetto computer grafica grafica, design, tecnologia e fotomanipolazione fotoritocco e fotomanipolazione digitale pittura surrealista, pittura sperimentale artisti moderni quaz-art portale d'arte d'avanguardia: quaz-art arte digitale italiana surrealismo digitale arte sperimentale

L'Avanguardia Futurismo Surrealismo Arte Digitale Pittura Digitale Matte-painting Arte Generativa Cos'è l'arte digitale?

Il browser da te utilizzato non rispetta gli standard di sicurezza necessari per navigare questo sito. Per la nostra (e la tua) incolumità ti consigliamo di navigare utilizzando un browser più recente:

 

» Scarica l'ultima versione di Google Chrome

» Scarica l'ultima versione di Firefox

Per motivi di sicurezza non è possibile navigare questo sito senza l'ausilio di Javascript; che tu stia utilizzando un dispositivo di tipo mobile o desktop ti consigliamo di spuntare la voce relativa dalle impostazioni di navigazione.