l’Arte è Redenzione. E la Bellezza è Avanguardia

Perché a Roma nascono le avanguardie, mentre a Milano no

Non ho un buon rapporto con Milano. I miei geni inglesi, ereditati da mio padre, ne apprezzano l’organizzazione e l’ordine, di gran lunga superiore a quelli che incrocio ogni giorno a Roma. I miei geni palermitani, al contrario, odiano profondamente il clima, il modo di fare delle persone, la fretta senza senso, che li rende simili ai criceti nella ruota.

Corrono, corrono, per non andare da nessuna parte. Alla fine, andare su a Nord, per me è sempre un sacrificio: o si fa per una bella donna o per tenere a bada un gallerista brontolone, per non usare termini molto più volgari.

Per mia sfortuna, non era il primo caso. Ho appuntamento alle cinque con il mio gallerista milanese, un tizio che pare tutto il commendator Camillo Zampetti di onorata memoria. Ci vediamo a via Cerano, alla Castelli Gallery e Gourmet. Sono tentato di prendere un paio dei loro ottimi panini, ma non voglio cedere alla compulsione. Mi limito a uno spritz

Il cumenda si presenta in perfetto orario, in compagnia di due belle ventenni, dal look non molto raffinato.

“Ciao cicci, lei fa performance e lei scatta foto… Così dice”

Chiacchieriamo del più e del meno, dai collezionisti impauriti dal fisco alla concessionaria dell’Auston Martin, sotto la sede del Sole 24 Ore, che vende sempre meno auto.

“La crisi, cicci, la crisi. Una volta ne piazzavano una al giorno…”

Sono tentato di tirargli il bicchiere in fronte, ma sono troppo pigro per trovarmi un altro gallerista. Non ne posso più delle sue chiacchiere. Manca soltanto che ne esca con un

Via della Spiga-Hotel Cristallo di Cortina: 2 ore , 54 minuti e 27 secondi. Alboreto is nothing!

E stiamo apposto… Lo guardo con l’espressione di un soriano affamato

“Senti, qui vicino c’è la mostra di un’avanguardia, a cui collabora un mio amico”

“Dipinge?”

“No, è uno scrittore”

“Che pistola…”

Fortuna che le due ragazze, ammiccando, mi vengono in aiuto

“Dai cucciolo, magari è interessante! “

“Va bene, va bene, basta che non sia roba de I temp de Carlo Codega”

Così ci muoviamo, diretti alla mostra del Loverismo. La ragazza che scatta foto mi si avvicina

“Il tuo amico è dandy?”

“No, è un vecchio orso scucivoro. Ma ha dimenticato più cose di quante io possa imparare”

La mostra è molto bella. Il mio gallerista che per tutta la passeggiata mi aveva rotto le scatole con la sua paura di andar a scuà l mar cun la furchèta, è felice come un bambino in un negozio di giocattoli. Ogni due per tre mi ripete

“Quel curatore, il Tropeano, vedè l'erba nass de nott”

E’ quasi ora di cena. Il mio gallerista propone un ape, la tizia delle performance una scappata al sushi. Alla fine la spunta la fotografa.

Un sua amica modella da una festa in un loft dalle parti di Conchetta. Partiamo parte lancia in resta. La serata è più noiosa di quanto mi aspettassi. Sorrentino doveva narrare per immagini il grande vuoto di Milano, non di Roma.

Ammazzo il tempo scolando cocktail. Sto invecchiando. Una volta, essere circondato da belle ragazze di facili costumi era il sogno della mia vita. Adesso il loro cicaleggio mi annoia. Per distrarmi, osservo la fauna locale. C’è la poetessa che si attacca a chiunque, nella speranza di un reading. Il tizio che si spaccia per scrittore per portarsi a letto una modella. La sciura che ha deciso di riciclarsi come cougar. Saviano ha torto marcio: qui nessuno si fa di cocaina. Al bagno c’è la fila per il botox.

All’ennesimo sbadiglio, cerco di filarmela alla chetichella. Mi si aggrappa la tizia delle foto

“Ma la festa è di una amica”

“Mi sto annoiando”

“Saluto il gallerista”

“Se ne è andato un’ora fa, con una finta bionda”

Caracolliamo per l’alzaia del Naviglio pavese, evitando ubriachi. All’incrocio con via Pavia, mi viene da sorridere

“Qui abitava il mio amico, quello dell’avanguardia”

“E’ dovuto tornare a Roma, per concludere qualcosa”

“Già… Sigaretta?”

“Perché? A Milano non mancano idee, gallerie…”

“E’ vero. A Roma la vita è più difficile per gli artisti. I collezionisti hanno paura del nuovo. Molti galleristi sono arruffoni. Seguaci del

Namo, Dimo, Fate

Non riescono a organizzarsi, per creare massa critica”

“Un bel burdel”

“E sì… Ma anche una grande opportunità. Gli artisti sono stati costretti a far da soli, a organizzarsi e cercare spazi non tradizionali. Quest’incontrarsi e immergersi nel mondo è stato un lievito fecondo, che ha fatto maturare l’avanguardia”

“A Milano, invece, si è imprigionati in una realtà parallela. Da una parte il mondo dell’arte, con i suoi riti e gerarchie, dall’altra la vita. T'è capì?”

“Poi, questo rompere gli schemi ha messo in contatto l’Arte a Roma con un’infinità di linguaggi, dai graffiti ai fumetti, dalla musica alla letteratura. Se qui artisti e scrittori hanno pochi punti di contatto, vivono in mondi separati, a Roma stanno gomito a gomito, si scambiano idee e si arricchiscono a vicenda”

Superiamo un tizio che ostinato cerca di pescare qualcosa nel Naviglio. Sogni che non si arrendono alla realtà.

“Però, per dialogare e trasformarsi in avanguardia, Arte e Letteratura devono avere un substrato comune, un qualcosa che le leghi”

“E’ Roma. E’ una città che ti insegna ad avere memoria, a confrontarsi criticamente con il Passato. In cui si impara il disincanto, ha visto troppe cose per stupirsi ancora. In cui si scopre che la vita non è che una festa crudele, in cui tutti finisce in morte e rovina”

Lungo la Darsena, un bar è ancora aperto

“Qui andava Alda Merini, a comprarsi le siga. L’Arte è Disperazione?”

Guardo i riflessi dei lampioni, sulle rotaie del tram

“No, l’Arte è Redenzione. E la Bellezza è Avanguardia”

14/06/2013

Alessio Brugnoli

brugnolialessio@gmail.com

Artisti in Evidenza

Iscrivendoti alla nostra newsletter tutte le novità ti verranno notificate via e-mail

+ Servizio di Newsletter

Iscrizione Cancellazione

ULTIME IMMAGINI CARICATE

strumenti digitali foto-illustrativi matte-painting e computer grafica grafica e arte digitale pittura illustrazione e fotografia fotografia sperimentale, surrealismo in fotografia strumenti digitali foto-illustrativi matte-painting fotoritocco set fotografici, fotografia digitale computer grafica italia arti grafiche pittura digitale arte digitale arte contemporanea grafica art-design arte digitale italiana portale d'arte d'avanguardia: quaz-art artisti moderni italiani computer-grafica contattaci

L'Avanguardia Futurismo Surrealismo Arte Digitale Pittura Digitale Matte-painting Arte Generativa Cos'è l'arte digitale?

Il browser da te utilizzato non rispetta gli standard di sicurezza necessari per navigare questo sito. Per la nostra (e la tua) incolumità ti consigliamo di navigare utilizzando un browser più recente:

 

» Scarica l'ultima versione di Google Chrome

» Scarica l'ultima versione di Firefox

Per motivi di sicurezza non è possibile navigare questo sito senza l'ausilio di Javascript; che tu stia utilizzando un dispositivo di tipo mobile o desktop ti consigliamo di spuntare la voce relativa dalle impostazioni di navigazione.