Steampunk Augusto Gintama Chiarle artista poliedrico, musicista e scrittore

1884-2014

Viaggio Ragionato in un'epoca di vapore

Come molti nostri lettori sanno, Quaz Art ha sempre visto con profondo interesse la cultura steampunk.

Perché, in un mondo sempre più ossessionato dalla vacuità del digitale, questa rappresenta un richiamo alla concretezza della materia e dell'azione.

In una società che tutto omologa e appiattisce è l'esaltazione dello spirito creativo dell'Individuo. In una cultura contemporanea, liquida e priva di memoria, è una riflessione potente sulle radici della Modernità, che hanno portato a ciò che siamo.


Nonostante il parere di tanti soloni, tale cultura si sta diffondendo anche in Italia, non solo come fenomeno di costume, occasione come un'altra per fare cosplay, ma anche come linguaggio narrativo che dopo tanto sperimentare sta trovando una sua voce unica e originale.


Uno degli autori di spicco di tale movimento è Augusto Gintama Chiarle , artista poliedrico, musicista e scrittore, la cui opera gode di risonanza internazionale. Con enorme piacere, pubblichiamo il suo resoconto di un evento steampunk, tenuto recentemente a Torino.

 


Sono felice che Sabato 8 febbraio 2014 sia stato proprio un evento di Torino, la mia città, tra i primi ad apparire nel grande progetto mondiale "Steampunk Hands Around the World", che sta contribuendo a diffondere la cultura del vapore nel mondo. Il convegno (organizzato da OttoEventi, in collaborazione con Steampunk Italia, le biblioteche civiche di Torino e Fantascienza.com) non poteva che svolgersi in via Lombroso, un bijoux culturale nel mezzo di un bel quartiere (San Salvario) fin troppo spesso nominato esclusivamente per le cose negative, in una bella sala conferenze della biblioteca "Lomboroso 16".


Tre ore di convegno per presentare lo Steampunk e raggiungere chi lo fa, per far incontrare artisti, scrittori, artigiani, appassionati e semplici curiosi.
In apertura, dopo il saluto della rappresentanze delle Biblioteche Civiche, che si sono davvero dimostrate molto aperte e interessate all'evento, è toccato a me (autore del ciclo "Le Ombre di Marte", per chi non mi conosce) ed al grande Stefano Marchetti (designer e per ben due volte campione mondiale di modellismo proprio con opere "Steam") aprire "le danze", come si suol dire.

 

E' stato complesso introdurre, nel tempo a disposizione, tutto il vasto mondo del vapore, con le sue radici, il suo cinema, la sua vasta letteratura raccolta nei secoli, è il caso di dirlo, a partire dalla prefantascienza verniana, passando dai classici del fumetto, giungendo ai classici del genere, fino a giungere ai generi ibridi ed alle influenze stilistiche nella moda, nell'architettura e nel design, per destare la curiosità di coloro che ancora poco ne sapevano.


Un po' con fatica (mia, un po' intimorito dalla vastità di cose che ci sarebbero state da dire) e grazie al grande aiuto di Stefano (preparato e puntuale) riusciamo a traghettare l'uditorio verso questo "passato alternativo" e presentare il primo degli ospiti, Dario Tonani, il quale non ha soltanto parlato del suo Mondo9 (serie di meritato successo, recentemente sbarcata anche in Giappone), ma che ha aggiunto importanti approfondimenti sul mondo letterario Steam in generale, portando l'uditorio verso la conoscenza di autori come Di Filippo, per poi stregarlo con le immagini di Franco Brambilla e di Mondo9.


Saltato l'atteso intervento di Sterling (durante la manifestazione giunge comunicazione che non sarebbe riuscito a partecipare per via di un contrattempo legato ad un suo viaggio negli USA), si è fatta una pausa durante la quale i convenuti hanno potuto esplorare gli stand dedicati a libri (io stesso non ne sono uscito a mani vuote; avrei voluto comprarli tutti, lo ammetto, perché la selezione era notevole, voglio complimentarmi con l'espositore), all'associazione Steampunk Italia (presente come sempre con le meravigliose creazioni dei suoi soci), a una piccola (ma splendida) mostra fotografica, alle belle creazioni di artigiani "a vapore" e (ultimi ma non per gradimento) ai deliziosi dolcetti "steam" del "coffee break".


A ripresa della conferenza siamo stati stregati dall'intervista di Roberto Cera a Pasquale Ruju (storico autore di fumetti quali Dylan Dog, Tex, Nathan Never, Dampyr, per citarne alcuni), che ha parlato non solo della sua esperienza di autore ma anche del lavoro dello sceneggiatore in un intervento lungo e interessante. Infine, a concludere l'incontro, uno spettacolo-conferenza del mago Berok su un personaggio affascinante della Torino ottocentesca, Bartolomeo Bosco (uno dei quattro maghi storici più importanti al mondo).


Tre ore di incontri, di filmati, di parole, di oggetti, di creazioni e di spettacolo per introdurre lo Steampunk e per presentare una serie di incontri successivi che approfondiranno il Vapore nell'area di Torino. La partecipazione è stata attiva ed entusiastica, i convenuti desiderosi di sapere di più sono stati parecchi (sala piena) e speriamo di ritrovare tutti sia nei prossimi incontri che a Vaporosa Mente, altro evento Steam di una città che trasuda eredità del XIX secolo e mostra ambienti che sembrano davvero uscire da un film Steampunk.


Che dire? Semplicemente, Stay Steam e a presto!

18/03/2014

Alessio Brugnoli

brugnolialessio@gmail.com

Artisti in Evidenza

Iscrivendoti alla nostra newsletter tutte le novità ti verranno notificate via e-mail

+ Servizio di Newsletter

Iscrizione Cancellazione

ULTIME IMMAGINI CARICATE

quaz-art il tuo spazio espositivo ideale: solo artisti italiani legare l'arte al web oggi è un operazione indispensabile fotografia sperimentale, surrealismo in fotografia intrattenimento tecniche disegno raster e vettoriale rilfessioni sull'arte contemporanea, futurismo computer grafica italiana articoli recensioni computer grafica, tecnologia arte e design computer grafica, design e tecnologia arte moderna, pittura d'avanguardia collages e mixed media, fotoritocchi artisti digitali fonti di ispirazione arte contemporanea

L'Avanguardia Futurismo Surrealismo Arte Digitale Pittura Digitale Matte-painting Arte Generativa Cos'è l'arte digitale?

Il browser da te utilizzato non rispetta gli standard di sicurezza necessari per navigare questo sito. Per la nostra (e la tua) incolumità ti consigliamo di navigare utilizzando un browser più recente:

 

» Scarica l'ultima versione di Google Chrome

» Scarica l'ultima versione di Firefox

Per motivi di sicurezza non è possibile navigare questo sito senza l'ausilio di Javascript; che tu stia utilizzando un dispositivo di tipo mobile o desktop ti consigliamo di spuntare la voce relativa dalle impostazioni di navigazione.