Quaz Art non è voluto essere un bar sport per artisti falliti. Quaz Art ha l’ambizione, come Lacerba, di essere: un foglio stonato, urtante,

Introibo

L'ambizione del quaz-art

Nel gennaio del 1913 un gruppo di intellettuali che avevano collaborato intensamente alla rivista «La Voce» diretta da Giuseppe Prezzolini e che non si riconoscevano più nella sua linea editoriale, considerata troppo morbida ed accondiscendente con i Poteri Forti dell’epoca, fondavano Lacerba.

 

Una rivista che grazie a Giovanni Papini e Ardengo Soffici dava voce a tutte le avanguardie e le istanze innovative che scuotevano l’Europa del tempo. Chi collaborava con Lacerba, intendeva gridare le proprie idee, ribellandosi all’ipocrisia dei borghesi dell’epoca.

 

A quasi un secolo di distanza, Quaz Art ha l’ambizione di raccogliere l’eredità di Lacerba. Cambiano i media, i linguaggi, ma il nemico è sempre lo stesso: la cultura polverosa, appassita e sclerotica, con cui l’intellettuale italiano si riempie la bocca per mendicare applausi dal grande pubblico e prebende dal potente di turno.

Per combattere tale nemico, Quaz Art non è voluto essere una di quelle vetrine delicate in cui maestrine dalla penna rossa o nullafacenti pensionati spacciano le loro ciofeghe per Arte. In cui frustrati possono fingere di essere geni incompresi.

 

Quaz Art non è voluto essere un bar sport per artisti falliti. Quaz Art ha l’ambizione, come Lacerba, di essere: un foglio stonato, urtante, spiacevole e personale.

 

- Un foglio web, la tecnologia è mutata, capace di essere esploratore, di proporre una ricerca tra le diverse voci artistiche, caotiche e discordanti che nascono ogni giorno nella vita e nel web.

- Un foglio web con la presunzione e con il coraggio di scegliere, di chiamare il Banale con il suo vero nome, senza nascondere il suo vuoto che nasconde dietro contorti giri di parole.

- Un foglio web che critichi e proponga, che fornisca spunti alla creatività e diffonda i semi da cui potranno nascere nuove avanguardie.

- Un foglio web che contamini lingue e culture, superando steccati.

 

Quaz Art vuole liberare l’uomo e l’artista dalle sue prigioni che egli stesso si costruisce

 

Perché qui non si canta al modo delle rane

 

08/09/2010

Alessio Brugnoli

brugnolialessio@gmail.com

Artisti in Evidenza

Iscrivendoti alla nostra newsletter tutte le novità ti verranno notificate via e-mail

+ Servizio di Newsletter

Iscrizione Cancellazione

ULTIME IMMAGINI CARICATE

strumenti digitali foto-illustrativi matte-painting e computer grafica quaz-art il nuovo portale dedicato all'arte d'avanguardia fotografia sperimentale italia creativa arti figurative intrattenimento tecniche disegno raster e vettoriale illustrazione fumetto computer grafica ispirazione surrealismo fotografico, arte - cg tecniche disegno raster e vettoriale arte digitale contemporanea collages fotopittura illustrazioni portale d'arte d'avanguardia: quaz-art arte digitale italiana -cg surrealismo digitale arte - CG

L'Avanguardia Futurismo Surrealismo Arte Digitale Pittura Digitale Matte-painting Arte Generativa Cos'è l'arte digitale?

Il browser da te utilizzato non rispetta gli standard di sicurezza necessari per navigare questo sito. Per la nostra (e la tua) incolumità ti consigliamo di navigare utilizzando un browser più recente:

 

» Scarica l'ultima versione di Google Chrome

» Scarica l'ultima versione di Firefox

Per motivi di sicurezza non è possibile navigare questo sito senza l'ausilio di Javascript; che tu stia utilizzando un dispositivo di tipo mobile o desktop ti consigliamo di spuntare la voce relativa dalle impostazioni di navigazione.