ispirato dal pensiero di z. bauman cerco di fare una pittura che descriva il concetto di

  • Giacomo Muscolino
  • Giacomo Muscolino
  • Giacomo Muscolino
CONDIVIDI QUESTO ARTISTA
x

Contatta Giacomo Muscolino

Richiesta Informazioni

Accetto le condizioni sulla privacy Si No

 

Trascrivi il codice

Giacomo Muscolino (1980) Ë nato e cresciuto a Messina. Sin da bambino sviluppa una spiccata propensione artistica, soprattutto nel disegno, anche attraverso l'influenza del nonno, pittore autodidatta. Si laurea con il massimo dei voti in Scuola di Pittura all'Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Proprio in occasione della tesi di laurea scopre la passione per la pittura come veicolo di idee e ideali e la direzione che questo mezzo deve prendere per essere del proprio tempo: in una società che diventa via via sempre più debole e disgregata e dove l'individuo è sempre più alienato, l'Arte ha il compito di raccontare l'essere umano e di esplorare nuove modalità di vita. Dal 2009 vive a Milano dove porta avanti le sue ricerche artistiche. E' stato assistente personale del famoso attore e drammaturgo Premio Nobel Dario Fo, collaborando all'elaborazione dei suoi lavori pittorici legati alle pubblicazioni e alle mostre personali. Identità nell'ombra/nell'ombra dell'identità. Cosa serve all'arte per essere contemporanea? è una questione di mezzi e linguaggi sempre nuovi? La parvenza elitaria, che nel senso comune ha assunto, è destinata a essere confermata o smentita? Si può tentare di dare una risposta a queste domande citando le famose parole di Giulio Carlo Argan: "L'arte contemporanea non è tale soltanto perché è l'arte del nostro tempo, ma perché vuole essere del proprio tempo: contemporanea e partecipe, in senso positivo o negativo, della situazione non soltanto politica ma culturale". Allora il punto chiave è capire qual è la situazione culturale in cui viviamo, intendendo con questa non solo le circostanze in cui si sviluppano le varie forme e linguaggi artistici, ma soprattutto la difficile arte del vivere insieme. Negli ultimi anni sono rimasto colpito dalle idee e dalla visione del vivere moderno del sociologo Zygmunt Bauman e in particolare sono stato catturato dal concetto di Vita Liquida. Come l'importante pensatore scrive: "Vita liquida" e "modernità liquida" sono profondamente connesse tra loro. "Liquido" è il tipo di vita che si tende a vivere nella società liquido-moderna. Una società può essere definita "liquido-moderna" se le situazioni in cui agiscono gli uomini si modificano prima che i loro modi di agire riescano a consolidarsi in abitudini e procedure. Il carattere liquido della vita e quello della società si alimentano e si rafforzano a vicenda. La vita liquida, come la società liquido-moderna, non è in grado di conservare la propria forma o di tenersi in rotta a lungo. Bauman spiega che la Modernità è passata da uno stato solido basato sulla figura del produttore dove il potere era ancora legato allo Stato e alle sue istituzioni, ad uno liquido fondato sulla figura del consumatore con il potere ormai delegato al mercato e ad entità extraterritoriali. L'identità del consumatore deve essere necessariamente liquida, adattabile alle esigenze del mercato e dal suo ricambio continuo dei beni di consumo, tutti con l'immancabile data di scadenza. Inoltre la debolezza dell'identità è alimentata dallo smantellamento di tutti i poteri che ai tempi della modernità solida erano relegati alla società. L'individuo è stato lasciato solo ad assumersi la responsabilità dei propri fallimenti perchè non c'è più nessuna garanzia da parte della comunità. Di conseguenza l'individuo è in una costante condizione di incertezza che causa uno stato di ansia e paura e che investe ogni rapporto sociale in un circolo vizioso che si autoalimenta. Prendendo spunto per il mio lavoro da questa visione, ho voluto sostituire l'dea di liquido con quella dell'ombra. I personaggi-ombra dei dipinti si muovono perlopiù in paesaggi urbani, scenario ideale della vita liquido-moderna. L'ombra, concettualmente parlando, suggerisce, al pari del liquido, una percezione di inconsistenza e di non-forma. Ma c'è una differenza sostanziale: l'ombra per esistere ha bisogno di un corpo che la proietti. E' un modo per dare l'idea che all'interno della vita dell'individuo può esistere una visione molto più profonda del SÈ, della propria coscienza, e che può essere il fondamento di un nuova concezione della società da cui può nascere un nuovo umanesimo.

Portfolio

Artisti in Evidenza

Iscrivendoti alla nostra newsletter tutte le novità ti verranno notificate via e-mail

+ Servizio di Newsletter

Iscrizione Cancellazione

ULTIME IMMAGINI CARICATE

quaz-art il portale italiano d'arte sperimentale d'avanguardia arte d'avanguardia: arte digitale, pittura surrealista arte moderna contemporanea, tante fonti di ispirazione articoli sull'arte moderna, recensioni e critiche processi creativi computer grafica design computer grafica italia arti grafiche fotoritocco e fotomanipolazione digitale concept e collages, mixed media, fotorealismo artisti moderni quaz-art artisti moderni quaz-art arte digitale su quaz-art galleria virtuale artisti digitali

L'Avanguardia Futurismo Surrealismo Arte Digitale Pittura Digitale Matte-painting Arte Generativa Cos'è l'arte digitale?

Il browser da te utilizzato non rispetta gli standard di sicurezza necessari per navigare questo sito. Per la nostra (e la tua) incolumità ti consigliamo di navigare utilizzando un browser più recente:

 

» Scarica l'ultima versione di Google Chrome

» Scarica l'ultima versione di Firefox

Per motivi di sicurezza non è possibile navigare questo sito senza l'ausilio di Javascript; che tu stia utilizzando un dispositivo di tipo mobile o desktop ti consigliamo di spuntare la voce relativa dalle impostazioni di navigazione.